nso-quali-vantaggi

NSO: quali sono i vantaggi?

Dal 1° febbraio 2020, per i soggetti operanti nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale, scatterà l’obbligo di invio dell’ordine telematico tramite Nodo Smistamento Ordini relativamente all’acquisto di beni.

La necessità sarà quella di acquisire e gestire gli ordini di acquisto in formato XML, basato su di uno standard internazionale.

È oltremodo ragionevole pensare che, sia per i caratteri di innovazione che per il riferimento ad uno standard internazionale, l’obbligo di trasmissione telematica dell’ordine verrà diffuso a tutte le aziende come successo per la fatturazione elettronica.

 

Nodo Smistamento Ordini: Scenario

L’estensione dell’utilizzo dell’ordine elettronico a tutti i settori è già prevista nei piani triennali sulla digitalizzazione di diverse regioni, come ad esempio l’Emilia-Romagna; l’utilizzo infatti di uno standard internazionale induce a pensare ad un ampliamento su scala più ampia.

Dopo l’introduzione della fattura elettronica, le aziende hanno molta più confidenza nel parlare di documenti XML e, adeguandosi all’obbligo normativo, hanno avuto modo di apprezzare i vantaggi derivanti dalla gestione elettronica dei documenti.

L’ordine elettronico è essenzialmente un ulteriore passo verso la completa sostituzione del documento analogico con quello nativo digitale; il processo in questo modo è potenzialmente più lineare, permettendo degli automatismi sia in fase di spedizione che in fase di ricezione. Inoltre, maggiore è l’informatizzazione delle procedure di registrazione dei dati, minore è l’importanza della visualizzazione fisica del documento.

Nodo Smistamento Ordini: Vantaggi

  • Standardizzazione: il documento è trasmesso secondo un formato standard, quindi i dati sono riportati secondo regole ben precise che non possono dare adito a controversie o diverse interpretazioni.
  • Tracciabilità: la trasmissione del documento è tracciata da ricevute e verificabile.
  • Risparmio: il documento elettronico ha un costo minore di gestione e grandi possibilità di elaborazione dei dati in esso contenuti. Inoltre, la digitalizzazione delle procedure di gestione documentale permette di raggiungere importanti economie.
  • Automazione: la standardizzazione della struttura dell’ordine elettronico permette la lettura e l’acquisizione dei dati in modo corretto e univoco.
  • Uniformità: per ricevere e trasmettere ordini e conferme è possibile utilizzare lo stesso codice destinatario impiegato per la fattura elettronica. Inoltre, lo stesso intermediario che un’azienda utilizza per la gestione della fattura elettronica può essere utilizzato per gestire gli ordini dalla PA nella stessa modalità.
  • Conservazione: l’ordine elettronico è un documento informatico, e come tale assume rilevanza giuridica ed è opponibile a terzi una volta conservato a norma DPCM 2013.
  • Compliance a GDPR: è molto più agevole rendere compliant al Regolamento GDPR 2016 una procedura informatica per qualsiasi dato personale contenuto nel documento.

Come arrivare pronti all’obbligo?

Abbiamo Smart.Order, il servizio in outsourcing per la gestione automatica del ciclo del processo d’acquisto in formato elettronico strutturato, che permette di risparmiare i costi e aumentare il livello di controllo e di visibilità dell’intero processo.

Scopri Smart.Order