I 6 pilastri della digital transformation

I 6 pilastri della digital transformation

La digital transformation è il cambiamento che porta alla trasformazione del business. Questo perché cambiare la natura di un’organizzazione, rendendola digitale, significa cambiare il modo in cui le persone lavorano e pensano, oltre a cambiare processi e strategie.

Questo cambiamento è tutt’altro che facile dato che impatta l’impresa a 360°, offrendo però vantaggi più proficui e consentendo all’azienda di diventare più efficiente e agile, guidata dai big data e sfruttando nuove opportunità di business.

Per intraprendere un percorso di digital transformation occorre munirsi di competenze diverse da quelle tradizionali, perché si dovranno soddisfare le esigenze del cambiamento tecnologico. In questo percorso non c’è solo l’introduzione di tecnologie digitali (cloud, blockchain e AI) ma anche nuovi metodi organizzativi (flessibilità e team cross-dipartimentali), nuovi modi di lavorare (smart working) e una nuova cultura aziendale e sociale.

[Se vuoi saperne di più sulla blockchain, leggi anche “Perché la blockchain è importante per il business”]

Si va quindi a creare un nuovo modo di lavorare, completamente diverso da quello che si è visto fino ad oggi, che richiede agli amministratori delegati, ai dirigenti, ai reparti IT e persino ai neo-dipendenti una mentalità diversa, più aperta, più digitale, più smart.

È necessario cambiare il modo in cui adattare le operazioni e le abitudini di ognuno alle nuove tecnologie, piuttosto che semplicemente adottarle.

Vediamo ora i sei pilastri che sorreggono la digital transformation:

1. Leadership 

Per poter iniziare e guidare la trasformazione digitale è necessaria una leadership forte; un CEO che trasmetta il carisma necessario per il cambiamento.

Questo deve essere supportato e promosso dall’alto ed il CEO deve fare da guida e riuscire a comunicare le sue strategie sia esternamente agli stakeholders e ai clienti, che internamente ai suoi dipendenti. Senza una capo da seguire i dipendenti non saranno motivati ad attuare i cambiamenti richiesti e ad essere proattivi alla digital transformation.

2. Cambiamento 

Non esiste trasformazione senza cambiamento, e quest’ultimo è inevitabile.

Per questo motivo i manager dovrebbero fornire ai dipendenti gli strumenti e l’ambiente di lavoro necessari, per permettergli di gestire il cambiamento nel migliore dei modi. La digital transformation, essendo un processo continuo, implica che strumenti e ambienti siano facilmente modificabili e adattabili alle necessità del momento.

3. Cultura

La digital transformation non avverrà mai se non si ha la giusta cultura aziendale.

Il CEO, come capo dell’organizzazione, ha la responsabilità di definire la cultura aziendale e per essere vincente deve abbracciare il cambiamento e l’innovazione. Nella trasformazione digitale il CEO non è da solo, ma è aiutato dal CDO (Chief Digital Officer) che ha il compito supportarlo nella creazione di una cultura digitale, che non solo accetti la trasformazione, ma che, in modo proattivo, la abbracci completamente.

Senza il mindset adatto nessuno sarà disposto a cambiare, quindi bisogna aiutare i dipendenti ed accompagnarli verso “il nuovo mondo”.

4. Persone

Le persone rappresentato un ruolo chiave all’interno della trasformazione digitale.

Bisogna definire fin da subito i profili necessari ad affrontare il cambiamento; non basta più assumere personale con competenze specifiche, ma sono sempre più fondamentali soft skills, competenze transversali e mentalità aperta. Agilità mentale, problem solving, resilienza sono alcune delle soft skills che aiutano l’azienda ad intraprendere il cambiamento. Per questo motivo il ruolo del reparto HR è sempre più fondamentale, sia per la selezione dei candidati, che per i percorsi di formazione.

Senza i giusti talenti e senza l’appoggio del personale, l’organizzazione avrà difficoltà nel competere nel mercato sul piano dell’innovazione e digitalizzazione. Le imprese che investono sui dipendenti sapranno gestire al meglio il cambiamento e dominare nella digital transformation.

5. Innovazione

Trasformazione ed innovazione non sono la stessa cosa, ma per esserci una trasformazione bisogna che ci sia innovazione.

Il CEO ha la responsabilità di orientare questa innovazione, definendo obiettivi chiari, strategici e che seguano la vision dell’azienda. Non deve essere lui in primis l’innovatore ma deve guidare il team di responsabili del cambiamento: CDO, CIO, CFO e team cross-dipartimentale formato da HR, IT e marketing a trovare nuove soluzioni, adottare nuove tecnologie e proporre nuove strategie.

6. Customer Experience

Il cliente deve sempre essere alla base di tutto. Le imprese non si dovrebbero mai scordare perché si investe nella digital transformation e nell’innovazione: per il cliente.

Prima di chiedere ai propri clienti di adattarsi a nuovi processi, bisognerebbe comprendere il loro percorso, i comportamenti e le loro aspettative. Solo dopo avere un quadro definito si potrà investire nella tecnologia, altrimenti il rischio è quello di vanificare gli investimenti o addirittura perdere clienti.

La customer experience deve essere essenziale nella definizione della mission. Ruolo del CEO, aiutato dal CDO, è proprio quello di delineare la mission che definirà che valori si vogliamo trasmettere al cliente e il rapporto in cui vogliamo che abbiano con la nostra organizzazione.

Vuoi sapere di più sulla Digital Transformation?

Per restare sempre aggiornato sulla normativa vigente e conoscere ogni dettaglio tecnico, segui la nostra Academy dedicata alla digital transformation.

[Segui l’Academy sulla Digital Transformation]

Potrebbe interessarti anche: