Termine Conservazione Documenti Fiscali

Termine per la conservazione dei documenti fiscali 2020: quale data?

Conservare i documenti fiscali è sempre obbligatorio, tuttavia non è sempre chiara la scadenza.

I documenti definiti come “fiscalmente rilevanti” e per i quali è obbligatoria la conservazione sono ad esempio le fatture di acquisto e vendita, libri giornale, registri, documenti di trasporto, etc.

Il termine per la conservazione digitale dei documenti informatici fiscalmente rilevanti è legato all’invio della dichiarazione dei redditi, come specificato dall’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n.46/E 2017, che specifica:

Ai sensi dell’articolo 3, comma 3, del D.M. 17.06.14 (che rinvia all’articolo 7, comma 4-ter, del D.L. n. 357/1994) la conservazione dei documenti informatici, ai fini della rilevanza fiscale, deve essere eseguita entro il terzo mese successivo al termine di presentazione delle dichiarazioni annuali, da intendersi, in un’ottica di semplificazione e uniformità del sistema, con il termine di presentazione delle dichiarazioni dei redditi.

Questo significa che un’azienda il cui esercizio corrisponde all’anno solare dovrà provvedere alla conservazione dei documenti fiscalmente rilevanti riferiti all’anno 2018 entro e non oltre il 2 marzo 2020.