Circolare 14/E – Chiarimenti riguardo la fattura elettronica

In data 17 giugno 2019 è uscita la Circolare 14/E. Tale circolare va a chiarire diversi dubbi che sono emersi nei primi mesi di applicazione dell’obbligo di fatturazione elettronica.

I temi principali che sono stati toccati sono:

  • Fattura immediata, la cui emissione potrà avvenire – a partire dal 1° luglio – entro 10 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione. Ulteriori modifiche apportate dal cd. Decreto Crescita hanno stabilito che il termine per l’emissione della fattura immediata è di 12 giorni, sempre a partire dal 1° luglio.
  • Fattura differita, la cui emissione può avvenire entro il giorno 15 del mese successivo. Questa informazione era già contenuta nei provvedimenti precedenti, ma non era stata fatta chiarezza su quale data fosse da indicare in fattura.
    Con la Circolare, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che se la fattura relativa alle cessioni effettuate nel corso del mese precedente siano riferite, ad esempio, a tre consegne del 2, 10 e 28 settembre 2019, la fattura differita può essere trasmessa tra il 1 e il 15 del mese di ottobre, ma la data da indicare in fattura sarà quella del 28 di settembre.
  • Esterometro, i cui soggetti coinvolti sono solo coloro che sono obbligati ad emettere fatture elettroniche. Sono quindi esclusi dall’obbligo i soggetti che si avvalgono del regime di vantaggio, i forfettari e le associazioni sportive dilettantistiche che hanno conseguito proventi dalle attività commerciali fino a € 65,000.