fattura-elettronica-obbligo-esteso-anche-san-marino

08 Mag Fattura elettronica: obbligo esteso anche a San Marino

L’art. 12 del Decreto crescita introduce l’obbligo di fattura elettronica anche nei rapporti commerciali con lo stato di San Marino, analogamente a quanto previsto per le operazioni tra soggetti stabiliti nel territorio dello Stato.

Questa misura – per la quale sarà necessaria la modifica del decreto ministeriale del 24 dicembre 1993 – elimina la necessità di emissione di fattura cartacea in quattro esemplari nei confronti di soggetti stabiliti nel territorio della Repubblica di San Marino.

Le modifiche al suddetto decreto ministeriale verranno formalizzate, a seguito di una presa di accordi tra i due Stati, con provvedimento direttoriale dell’Agenzia delle Entrate.

Mancando ad oggi una linea direttiva operativa, si può ipotizzare che il Sistema di Interscambio – già in funzione per i soggetti italiani – verrà reso accessibile anche agli operatori stabiliti a San Marino in maniera diretta, previo loro accreditamento, o altresì interfacciando lo SdI con il corrispondente sistema operativo locale.

Questa soluzione sarà di fondamentale importanza, soprattutto se intesa come test pilota di apertura e interfacciamento con gli altri sistemi di fatturazione elettronica operanti al di fuori del territorio italiano.

[ Hai dubbi circa la fatturazione elettronica? Visita il nostro spazio dedicato alle FAQ sulla Fatturazione Elettronica.]

Ragioni di estensione dell’obbligo di fattura elettronica a San Marino

Le motivazioni sottostanti all’adozione di tale provvedimento trovano ragione nell’obbligo in vigore dal 1° gennaio 2019 di fatturazione elettronica in Italia unitamente alla libera circolazione di merci tra i due Stati.

In questo modo sarà possibile semplificare gli adempimenti certificativi, allineandoli a quelli applicati sul territorio italiano.

Esonero dell’obbligo di fattura elettronica a San Marino

L’art. 12 del Decreto crescita prevede le medesime ipotesi di esonero soggettivo dall’emissione di fattura elettronica previste per le operazioni tra soggetti italiani.

Non saranno tenuti ad emettere e-fatture:

  • Soggetti in regime di vantaggio
  • Forfettari
  • Associazioni sportive dilettantistiche
  • Operatori sanitari

In queste ipotesi di esonero rimane da chiarire se continueranno ad operare le attuali regole di adempimento con gestione cartacea dei documenti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulla fatturazione elettronica?

Per restare sempre aggiornato sulla normativa vigente e conoscere ogni dettaglio tecnico, segui la nostra Academy dedicata alla Fatturazione Elettronica.

[ Segui l’Academy sulla Fatturazione Elettronica]