02 Mag Cosa cambia per le aziende con l’avvento del gdpr

Con l’avvento del nuovo regolamento europeo, la privacy diventa un processo aziendale. Tutti trattano dati personali, siano quelli dei fornitori, dei dipendenti, dei clienti o dei prospect.

Oggi, i dati personali sono diventati indispensabili, sono una sorta di radici, fondamentali per la sopravvivenza. I dati sono diventati l’oro dell’era digitale.

Qualsiasi attività svolta in ambito di business, come ad esempio creare nuovi prodotti, migliorare l’efficienza aziendale, convertire i prospect in clienti, hanno bisogno della raccolta dei dati. Proprio per questo motivo la protezione di essi e la prevenzione degli abusi è fondamentale per quanto riguarda il cambiamento che ormai è palese e sotto gli occhi di tutti.

 

I CAMBIAMENTI SONO MOLTI E QUINDI FONDAMENTALI DA CONOSCERE:

  1. Dopo l’avvento di questa nuova normativa, nel caso in cui venissero violate le regole, le sanzioni sarebbero molto più gravi.
  2. I dati diventano trasportabili cioè vengono trasferiti facilmente.
  3. Vengono introdotti meccanismi di certificazione e nascono i sigilli di qualità della privacy.
  4. Sparisce l’obbligo di notificazione al Garante e si introduce il registro dei trattamenti.
  5. Viene introdotta una nuova figura, quella del responsabile per la protezione dei dati personali (Data Privacy Officer).
  6. L’informativa diventa più breve, comprensibile a tutti e deve contenere l’origine dei dati e il tempo di conservazione previsto.
  7. Sparisce il documento programmatico sulla sicurezza e nasce il documento di valutazione d’impatto del trattamento dei dati.
  8. Cambia il consenso al trattamento che cessa di essere necessariamente espresso e diventa un consenso inequivocabile e quindi desumibile in base ai comportamenti degli interessati.