Fattura Elettronica Europea

19 Apr Fattura Elettronica Europea: al via lo standard EN16931

Con il Provvedimento direttoriale n. 99370 pubblicato ieri 18 aprile 2019, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito gli standard per le regole tecniche e le modalità applicative per lo sviluppo di un nuovo standard per la fatturazione elettronica europea, principi dettati dalla Direttiva 2014/55/UE del Parlamento Europeo.

Con questa attuazione, le pubbliche amministrazioni europee dovranno essere predisposte per la ricezione e l’elaborazione delle fatture elettroniche conformi al modello CIUS (Core Invoice Usage Specification), il quale trova specificità nei due formati standard europei UBL (Universal Business Language) o CII (Cross Industry Invoice).

Specificità dello Standard Europeo nel Sistema d’Interscambio

Il Sistema di Interscambio italiano sarà in grado di ricevere le fatture elettroniche emesse nei formati UBL e CII ed effettuerà un’elaborazione trasformandole nel formato Xmlpa. Tale formato è in grado di rappresentare al meglio tutte le specificità del sistema informativo e contabile italiano che al suo interno ha degli elementi come split payment, imposta di bollo, ritenute d’acconto o cassa previdenziale che non sono rappresentabili tramite i modelli semantici europei.

Eventuali fatture che non saranno conformi alle regole del CIUS verranno rifiutate e saranno considerate come “non emesse”.

Per approfondire, leggi anche “Guida pratica al Sistema di Interscambio

Rimani sempre aggiornato sulla normativa riguardante la fatturazione elettronica.
Segui la nostra Academy!

Per sapere ogni dettaglio tecnico e ed essere aggiornato sugli obblighi legali entra nella nostra Archiva.Academy, il nuovo hub creato da Archiva dove potrai trovare risposta ai tuoi dubbi sulla fatturazione elettronica e chiarire ogni tuo dubbio grazie alla nostra sezione dedicata alle FAQ.