25 Feb Fatturazione Elettronica: ultimi aggiornamenti normativi

L’avvio generalizzato dell’obbligo di e-fattura è stato preceduto ed accompagnato da una serie di nuovi servizi messi a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate, oltre che da novità normative in grado di migliorare e semplificare i flussi attivi e passivi di fatturazione elettronica, come le nuove modalità di assolvimento dell’imposta di bollo, il servizio di consultazione delle e-fatture, il download massivo di fatture emesse, ricevute o messe a disposizione, la gestione degli ordini, etc.

Servizio di consultazione delle e-fatture

Da un punto di vista operativo, dal 3 maggio al 2 luglio 2019 si potrà, in linea con le richieste del Garante Privacy, aderire al servizio di consultazione delle e-fatture: il servizio sarà erogato solo ai contribuenti che vi aderiranno consentendo all’Agenzia delle Entrate di memorizzare i dati integrali delle fatture inviate al Sistema di Interscambio.

Se il contribuente aderisce, infatti, avrà a disposizione tutte le informazioni contenute nella fattura fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di invio della fattura. Al contrario se il contribuente non aderisce, l’Agenzia delle Entrate, dopo l’avvenuto recapito della fattura al destinatario, cancella i dati del file trasmesso e memorizza solo i dati rilevanti ai fini fiscali per garantire il rispetto della privacy.

Modalità di assolvimento dell’imposta di bollo

Anche le modalità di assolvimento dell’imposta di bollo sulle e-fatture sono cambiate: infatti, con D.M. 28 dicembre 2018, è stato previsto che il pagamento dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche sia effettuato entro il giorno 20 del mese successivo alla chiusura del trimestre di emissione.

[Per approfondire, leggi anche “Imposta di bollo fatture elettroniche: come versarla?”]

L’Agenzia delle Entrate, per le e-fatture, comunicherà al contribuente l’ammontare (proposto) dell’imposta dovuta, indicandola all’interno dell’area riservata della piattaforma “Fatture e Corrispettivi”.

Le modalità di pagamento previste sono due: sarà messo a disposizione un servizio che permetterà agli interessati di pagare l’imposta di bollo con addebito sul conto corrente bancario o postale o in alternativa il contribuente potrà utilizzare il modello F24 predisposto dall’Agenzia stessa.

Queste sono solo alcune delle tematiche che verranno presentate in occasione del seminario formativo di Archiva dal titolo Fattura Elettronica: The Day After che si terrà il 05 marzo presso il Crowne Plaza di Verona. Per partecipare è necessario registrarsi al seguente sito: www.archivagroup.it/seminario-05-03-2019

Per maggiori informazioni e sapere come partecipare
visita il sito: www.archivagroup.it/seminario-05-03-2019
o scrivici all’indirizzo eventi@archivagroup.it