1° gennaio 2019: è iniziata l’era della Fatturazione Elettronica

Il giorno è arrivato: da oggi la fatturazione elettronica è obbligatoria per tutte le cessioni di beni e servizi effettuate tra soggetti privati residenti e stabiliti nel territorio nazionale.

Secondo le stime de Il Sole 24 Ore, il nuovo obbligo riguarda la metà delle 5.830.500 partite IVA italiane, mentre la restante metà entra nella lista degli esonerati, creando così una situazione in cui sono presenti parallelamente diverse procedure per la fatturazione.

Negli ultimi mesi, le aziende si sono adoperate per iniziare ad adeguare i propri sistemi alla normativa, effettuando anche i primi tentativi di invio e ricezione delle fatture tramite il Sistema di Interscambio, ma sarà nelle prossime settimane che si inizierà a percepire il vero cambiamento, con le difficoltà e i benefici che esso comporta.

Di fatto, sappiamo che la fatturazione elettronica rientra tra le misure mirate ad aumentare la capacità dell’amministrazione di prevenire e contrastare efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA, ma si tratta anche di un passo importante verso la totale digitalizzazione dei processi aziendali, che, se colto con il giusto spirito, può aiutare davvero le aziende a migliorarsi.

Come può aiutarti Archiva?

Archiva è al tuo fianco per supportarti nel processo di fatturazione elettronica con Smart.Invoice, il servizio in full outsourcing che automatizza il processo di fatturazione elettronica con il Sistema di Interscambio e garantisce la totale compliance alla normativa.

[Scopri di più sul servizio Smart.Invoice]