registrazione indirizzo telematico fattura elettronica

Lo sai perché ti conviene pre-registrare l’indirizzo telematico sul portale dell’Agenzia delle Entrate?

Perché se la tua azienda riceve fatture elettroniche da diversi fornitori, queste potrebbero arrivarti dai diversi canali che il Sistema di Interscambio mette a disposizione – come PEC multiple, Cassetto Fiscale, Canale Accreditato (FTP, Web Services).

Se usufruisci invece del servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico, potrai predisporre preventivamente l’indirizzo verso il quale il Sistema di Interscambio inoltrerà di default tutte le fatture elettroniche, indipendentemente dall’indirizzo che il fornitore avrà compilato nella fattura.

[Leggi anche “Servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico dell’Agenzia delle Entrate”]

In questo modo potrai contare su un processo di consegna della fattura elettronica più sicuro ed eviterai il rischio di dover gestire la complessità di più canali di ricezione, il possibile ritardo nell’elaborazione e registrazione delle fatture e la maggiore difficoltà di ricondurre tutto ad un unico processo di gestione.

Attivare il servizio di pre-registrazione è semplicissimo: sarà sufficiente accedere all’interno del Portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia e abbinare alla tua partita IVA un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) o un “Codice Destinatario” alfanumerico di 7 caratteri.

Dal momento della registrazione, quindi, tutte le fatture indirizzate alla partita IVA ti verranno recapitate all’indirizzo registrato, evitando di dover gestire l’acquisizione o il monitoraggio da più canali, ivi inclusa l’omissione del canale da parte del fornitore (indicazione dei soli 7 zeri nel campo Codice Destinatario), che in caso contrario sarebbe depositata sull’area riservata del destinatario.

Ricordiamo che l’indirizzo telematico può essere, in qualsiasi momento, modificato o cancellato dall’utente registrato sempre sul portale “Fatture e Corrispettivi”.

Per agevolare la predisposizione e l’invio delle fatture elettroniche tramite il Sistema di Interscambio, l’Agenzia dell’Entrate ha reso disponibile anche un altro servizio – il cosiddetto servizio di generazione del QR Code – che consente ai contribuenti titolari di partita IVA di generare un codice a barre bidimensionale da mostrare al fornitore tramite dispositivo mobile (come smartphone o tablet) o su carta.

[Leggi anche “Servizio di generazione QR-code dell’Agenzia delle Entrate”]

Grazie al QR Code, il fornitore, al momento della predisposizione della fattura, potrà acquisire in automatico i dati del cliente (come ad esempio: numero partita Iva del cliente, dati anagrafici e indirizzo telematico – solo se il cliente ha prima utilizzato il servizio di registrazione), in modo veloce e senza il rischio di commettere errori.

Per creare il proprio QR-Code basta accedere sempre al portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate nell’apposita sezione.

Come possiamo aiutarti?

Ti supportiamo nel processo di fatturazione elettronica con Smart.Invoice, il servizio in full outsourcing che automatizza il processo di fatturazione elettronica con il Sistema di Interscambio, garantendo la conformità alla normativa, un maggior controllo e un elevato grado di personalizzazione.

[Scopri di più sul nostro servizio Smart.Invoice]

Potrebbe interessarti anche: