firme elettroniche

04 Set Via libera in Europa per documenti e firme elettroniche

È stato pubblicato ieri, lunedì 3 settembre 2018, su Il Sole 24 Ore un articolo del Prof. Benedetto Santacroce e dell’Avv. Alessandro Mastromatteo dello Studio Legale Tributario Santacroce e Associati, che fa una panoramica riguardo alla situazione europea di documenti e firme elettroniche.

Nell’articolo viene evidenziato come in Europa, grazie alle norme eIDAS, la firma elettronica sia ora riconosciuta come qualificata e abbia effetti giuridici equivalenti a una firma autografa.

I princìpi europei in materia di identificazione e autenticazione elettronica aprono grandi opportunità ai professionisti per utilizzare al massimo gli strumenti digitali per raggiungere i clienti in modo più semplice e sicuro.

La regolamentazione europea ha anche lo scopo di superare le limitazioni dei singoli stati, allo scopo di permettere l’accettazione di diverse forme di autenticazione.

L’Italia è già in prima linea: Agid ha infatti in programma la creazione di un’identità digitale per uso professionale, il che permetterebbe non solo ai singoli, ma anche alle organizzazioni, di operare con i propri componenti sotto un’unica identificazione.

 

>> Per leggere l’articolo intero, clicca qui.