registrazione indirizzo telematico agenzia entrate

03 Set Servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico dell’Agenzia delle Entrate

Con l’obiettivo di agevolare il passaggio alla fattura elettronica secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dei contribuenti due nuovi servizi online: il servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico e il servizio di generazione del QR-code.

Il servizio di pre-registrazione dell’indirizzo telematico permette di predisporre preventivamente l’indirizzo verso il quale il Sistema di Interscambio inoltrerà di default tutte le fatture elettroniche, indipendentemente dall’indirizzo che il fornitore avrà compilato nella fattura.

Per attivarlo sarà sufficiente accedere all’interno del Portale “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate e abbinare alla partita IVA un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) o un “Codice Destinatario” alfanumerico di 7 caratteri.

Dal momento della registrazione, quindi, tutte le fatture indirizzate alla partita IVA verranno recapitate all’indirizzo registrato, evitando di dover gestire l’acquisizione o il monitoraggio da più canali, ivi inclusa l’omissione del canale da parte del fornitore (indicazione dei soli 7 zeri nel campo Codice Destinatario), che in caso contrario sarebbe depositata sull’area riservata del destinatario.

L’indirizzo telematico può essere, in qualsiasi momento, modificato o cancellato dall’utente registrato sempre sul portale “Fatture e Corrispettivi”.

I dati registrati saranno presenti, insieme alle altre informazioni anagrafiche dell’operatore, all’interno del QR code.

Si ricorda che se non viene effettuata la registrazione dell’indirizzo telematico con l’apposito servizio fornito dall’Agenzia delle Entrate, il Sistema di Interscambio consegnerà la fattura elettronica all’indirizzo telematico presente nella fattura stessa.

Questo vuol dire che la fattura elettronica verrà recapitata alla casella PEC o al canale accreditato (FTP o Web Service) che il cliente avrà comunicato al suo fornitore e che quest’ultimo avrà correttamente riportato nella fattura.

[Leggi anche “Lo sai perché ti conviene pre-registrare l’indirizzo telematico sul portale dell’Agenzia delle Entrate?”]

Tutte le istruzioni su come registrare l’indirizzo telematico per la ricezione delle fatture elettroniche sono contenute nel comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 14 giugno 2018. Il servizio è attivo dal 15 giugno 2018.