Tax Free Shopping: come prepararsi all’obbligo di fatturazione elettronica del 1° settembre 2018

Dal 1° settembre 2018 entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica per transazioni superiori ai 155,00 € eseguite in Italia da viaggiatori stranieri non residenti nella Comunità Europea, che possono quindi usufruire del Tax Free Shopping.

L’introduzione della fatturazione elettronica è voluta per favorire la completa digitalizzazione del processo necessario ad ottenere il visto doganale da apporre sulla fattura Tax Free Shopping.

Cos’è il Tax Free Shopping e come si applica?

Il Tax Free Shopping è un’agevolazione riservata ai residenti extra UE, che consente loro di richiedere il rimborso dell’IVA pagata in Italia in fase di acquisto. Questa agevolazione è voluta per favorire il turismo e lo sviluppo del commercio.

Per richiedere il rimborso, l’acquirente straniero si rivolge ad apposite agenzie, le Tax Refund Agiencies, che si pongono come intermediarie tra l’acquirente e l’Amministrazione Finanziaria.

Il rimborso dell’IVA è previsto nel caso in cui vengano rispettati tutti i seguenti requisiti:

  • acquisto effettuato da un cittadino privato;
  • acquisto rivolto a beni materiali, non servizi, di importo superiore a 154,94 € IVA inclusa;
  • acquisto di un bene per uso personale o famigliare;
  • trasporto del bene nei bagagli personali al di fuori della Comunità Europea entro 3 mesi dall’acquisto;
  • emissione di regolare fattura.

Cosa cambierà dal 1° settembre 2018?

Con l’introduzione della fattura elettronica e con l’obbligo di interoperabilità tra il Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate e il sistema Otello dell’Agenzia delle Dogane, entrambe le agenzie hanno definito le regole tecniche per l’attuazione della fattura elettronica con la determinazione 54088/RU, mentre con la nota n. 54505/RU vengono spiegate le regole operative per l’utilizzo di Otello 2.0.

La procedura per lo sgravio dell’IVA per acquisti superiori ai 155 € sarà la seguente: il cedente emetterà in modalità elettronica la fattura e trasmetterà a Otello 2.0 il messaggio con i dati per il Tax Free Shopping al momento dell’emissione; al cliente/cessionario verrà poi consegnata una copia cartacea della fattura. Per provare l’uscita delle merci dal territorio UE, il codice di visto digitale generato da Otello 2.0 sostituirà il timbro che viene ora apposto sul documento fiscale dalla dogana. Nel caso in cui l’uscita del bene dal territorio UE avvenga tramite un altro Stato membro, la prova di uscita sarà fornita dalla dogana estera secondo le regole vigenti in tale Paese.

Come funziona il sistema Otello 2.0?

Per utilizzare Otello 2.0, il cedente deve dotarsi di un dispositivo di firma digitale (SPID di 2° livello o CNS Carta Nazionale dei servizi) necessario per l’autenticazione.

Otello 2.0 prevede che il cedente trasmetta il flusso di dati della fattura elettronica Tax Free Shopping.

Successivamente, il sistema genererà un documento contenente anche il “codice richiesta” e tutto ciò sarà reso disponibile anche all’acquirente privato extra UE.

Al momento di uscita dalla UE, l’acquirente richiederà l’apposizione del visto sulla fattura per poter applicare le disposizioni contenute nell’articolo 38- quater del D.P.R. 633/72, e potrà accadere che:

  • se è in territorio Italiano, l’apposizione del visto digitale avvenga mediante il codice di visto univoco generato da Otello 2.0;
  • se nel territorio di un altro Stato membro UE, la prova dell’uscita dei beni sia fornita dalla Dogana locale, secondo le norme ivi vigenti.

Otello 2.0, inoltre, trasmetterà automaticamente i dati di competenza dell’Agenzia delle Entrate, consentendo al cedente di assolvere, con un solo invio, anche gli adempimenti comunicativi di natura fiscale.

Otello 2.0 è già disponibile all’utilizzo per coloro che vogliano provare la procedura prima dell’introduzione dell’obbligo, e viene assicurata loro la gestione sia delle fatture Tax Free Shopping emesse in modalità elettronica sia di quelle emesse, fino al 31 agosto 2018, in modalità cartacea.

Archiva è al tuo fianco per supportarti nel processo di innovazione digitale della tua azienda.
Non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni.

Potrebbe interessarti anche: