Obbligo di comunicazione trimestrale dei dati IVA dal 2017

A partire dal 1° gennaio 2017 entrerà ufficialmente in vigore la nuova comunicazione Iva trimestrale.

È entrato oggi in vigore il D.L. 193/2016, trattante le “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili”, che dovrà essere convertito in legge entro il prossimo 23.12.2016.

Secondo l’art. 4 del suddetto decreto, è prevista la comunicazione ogni tre mesi di tutti i dati attinenti le fatture di vendita e di acquisto, nonché le liquidazioni Iva. Sarà il 31 maggio 2017 quindi la prima data di scadenza per la trasmissione telematica delle fatture.

I maggiori oneri per l’adeguamento tecnologico e per il rispetto dei nuovi adempimenti, hanno portato a stabilire un credito d’imposta a favore dei contribuenti pari a:

  • 100 euro una tantum da utilizzare entro il 2018 per le aziende o i professionisti che nell’anno precedente maturano un reddito inferiore ai 50 mila euro;
  • 50 euro per i commercianti al minuto che decidono di optare per la trasmissione telematica a partire dal 1° gennaio 2017.

 

Per chi non rispetta l’obbligo dettato dal D.L. 193/2016 sono previste sanzioni che vanno da un minimo di 25 euro ad un massimo di 25 mila a fattura per omessa o errata trasmissione dei dati, e dai 5 mila ai 50 mila euro per omessa, incompleta o infedele comunicazione delle liquidazioni periodiche.

Viene invece rimandato al 1° aprile 2017 l’obbligo formale di trasmissione elettronica dei corrispettivi per i distributori automatici.

Per ulteriori informazioni clicca qui.