D.L. n° 193, 22 ottobre 2016 – Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili

È stato pubblicato il 24 ottobre in Gazzetta Ufficiale n° 250 il Decreto Legge n. 193 del 22 ottobre 2016 (c.d. Decreto Fiscale), in merito a “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili“.

Il Decreto Legge 193/2016 introduce nuovi obblighi e scadenze a carico di aziende e imprenditori.

Tra questi i più importanti riguardano le comunicazioni Iva. Secondo quanto disposto infatti dal suddetto Decreto fiscale, a decorrere dal 01.01.2017, l’invio annuale dello spesometro verrà sostituito da quello a periodicità trimestrale. La trasmissione potrà essere effettuata fino all’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.

L’adempimento riguarda tutti i soggetti passivi ai quali è fatto obbligo di trasmissione telematicamente all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse nel trimestre di riferimento e di quelle ricevute e registrate.

Sono invece esonerati dall’obbligo di comunicazione dello spesometro 2017:

  • i contribuenti che si avvalgono del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (regime dei minimi);
  • lo Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico, nell’ambito delle attività istituzionali (diverse da quelle previste dall’art. 4 del DPR n. 633/72);
  • i soggetti che hanno optato per il nuovo regime forfettario (ex L.190/2014.)

 

Inoltre, dal 1° gennaio 2017 verranno soppressi i seguenti adempimenti:

  • la comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati relativi ai contratti stipulati dalle società di leasing;
  • limitatamente agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell’Unione europea, le comunicazioni di cui all’articolo 50, comma 6, Dl 331/1993;
  • la comunicazione delle operazioni intercorse con operatori economici situati in Paesi black list;
  • la trasmissione della dichiarazione Iva che dal 2018 andrà trasmessa tra il 1° febbraio e il 30 aprile.