09 Giu Delibera n. 287 del 23 marzo 2015 – Soluzione PEPPOL per i fornitori delle PA in Emilia Romagna

Con la delibera 287/2015 la regione Emilia Romagna ha definitivamente scelto di utilizzare il processo di completa dematerializzazione dei documenti del ciclo passivo.

A partire dal 30 giugno 2016, infatti, gli Enti del Sistema Sanitario Regionale e in generale qualunque fornitore della Pubblica Amministrazione, avranno l’obbligo di emettere ordini e ricevere DDT solo in formato elettronico, in particolare sulla piattaforma regionale Intercent-ER, l’Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici.

IL PROGETTO
PEPPOL (Pan-European Public Procurement Online), è un’iniziativa sviluppata nell’ambito del Programma Europeo per l’Innovazione e la Competitività (CIP) che ha come obiettivo quello di incentivare l’adozione dei documenti informatici grazie ad un’unica piattaforma digitale.

IN ITALIA
Con la delibera di giunta regionale 287/2015, dal 30 giugno 2016, qualunque fornitore della PA dell’Emilia-Romagna e del Sistema Sanitario Regionale in particolare, dovrà essere in grado di ricevere in formato UBL PEPPOL gli ordini ed avrà l’obbligo di inviare i DDT delle proprie forniture alla piattaforma regionale Intercent-ER, l’Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici.

OBBLIGHI
A partire dal 31 Gennaio 2016 e sulla base di step progressivi, tutti i fornitori della PA regione Emilia Romagna e del Sistema Sanitario Regionale avranno l’obbligo di ricevere ordini e inviare documenti di trasporto, secondo le scadenze prefissate, tramite la piattaforma realizzata da Intercent-ER, l’Agenzia per lo sviluppo dei mercati telematici della Regione Emilia Romagna.

MODALITA’
L’Access Point a cui accedono gli enti dell’Emilia Romagna è NoTI-ER, il sistema per la fatturazione elettronica e per la dematerializzazione del ciclo degli acquisti.
Esso è gestito dall’Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici Intercent-ER.

ATTORI COINVOLTI
Gli operatori economici europei e le pubbliche amministrazioni possono gestire in maniera completamente dematerializzata, sicura e standardizzata lo scambio dei documenti relativi al ciclo dell’ordine ovvero documenti contabili come cataloghi, ordini e contratti, fatture, ecc.

Scarica la delibera