Il 30 giugno si avvicina: per i fornitori della PA dell’Emilia Romagna arriva PEPPOL

La scadenza del 30 giugno si avvicina. Archiva è già pronta con un servizio fatto apposta per te

Dal 30 giugno 2016 gli Enti e le Aziende Sanitarie della regione Emilia Romagna saranno tenuti ad emettere ordini e ricevere i DDT esclusivamente in formato elettronico tramite la piattaforma NoTI-ER, gestito da Intercent-ER (Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici).

L’emissione, la trasmissione, il ricevimento, la conservazione e l’archiviazione dei documenti del ciclo passivo in forma elettronica avvengono attraverso il SiCiPa‐ER (Sistema regionale per la dematerializzazione del Ciclo Passivo).

Grazie alla rete Peppol, iniziativa sviluppata nell’ambito del Programma Europeo per l’Innovazione e la Competitività, gli operatori economici europei hanno la possibilità di dematerializzare e standardizzare in maniera del tutto sicura , lo scambio dei documenti relativi al ciclo passivo. Tutto questo grazie ad uno standard che consente l’interoperabilità tra i sistemi dei diversi Paesi.

Archiva, adattandosi alle più diversificate esigenze del cliente, è pronta a rispondere a questa esigenza proponendosi come intermediario tra i fornitori e la Pubblica Amministrazione. Archiva ha ottenuto la certificazione europea Peppol, divenendo Access Point Provider. Tutte le aziende che risultano essere fornitori verso gli enti sanitari dell’Emilia Romagna potranno quindi ricorrere ai servizi di Archiva per la dematerializzazione dei documenti nel formato Peppol richiesto.

Contattaci per avere maggiori informazioni.

SCOPRI IL SERVIZIO SMART.PEPPOL