20 Apr Versamento imposta di bollo sui documenti informatici: scadenza al 30 aprile 2017

Scade il prossimo 30 aprile il termine entro cui versare l’imposta di bollo sui documenti informatici rilevanti ai fini tributari, ai sensi dell’art. 6 del DMEF 17 giugno 2014.

AMBITO DI APPLICAZIONE
La modalità di versamento dell’imposta di bollo di cui all’art. 6 del DMEF 17 giugno 2014, riguarda Documenti, Libri e Registri formati e conservati in formato digitale, secondo le disposizioni di cui al DPCM 13 novembre 2014 e DPCM 3 dicembre 2013.

MODALITÀ DI VERSAMENTO
Il versamento dell’imposta di bollo si svolge secondo le indicazioni di cui all’art.17 del Decreto Legislativo 9 luglio 1997 n. 241, e quindi tramite il modello di versamento F24 impiegando il codice tributo “2501” ed indicando nel campo “anno di riferimento” l’anno d’imposta per cui si effettua il versamento.

TERMINE DI VERSAMENTO
Il versamento dell’imposta di bollo sui documenti informatici fiscalmente rilevanti avviene con modalità esclusivamente telematica ed in un’unica soluzione entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio e quindi entro il 30 Aprile 2017 per le aziende con anno fiscale coincidente con l’anno solare.

SAVING SULL’IMPOSTA DI BOLLO
Il DMEF 17 giugno 2014 prevede che per i libri e i registri tenuti con modalità informatiche l’imposta di bollo è dovuta ogni 2.500 registrazioni a prescindere dalle righe di dettaglio, anziché ogni 100 pagine. Questo corrisponde ad un vantaggio economico effettivo, equiparabile a circa un risparmio di oltre il 60% sul costo delle marche da bollo.

>> Archiva offre soluzioni in perfetta armonia con la normativa, che ti permettono di ridurre l’imposta di bollo sul Libro Giornale.
Contattaci per avere maggiori informazioni.